Arriva anche a Torino il Pony Express in Bici

“28 anni, da precari a imprenditori ma con 15 mila euro spesi soprattutto in tasse”

Matteo Corgnati

Due contratti a tempo determinato non rinnovati e un'idea: creare una società di pony express in bici e non in moto. Marco, ex precario della scuola, e Davide, meccanico, a 28 anni hanno deciso di diventare imprenditori:  con circa 15 mila euro - spesi quasi tutti in pratiche burocratiche, oltre all’affitto della sede

http://www.linkiesta.it/pony-express-bici

Incontro Torinese dei Mobility Manager

Nell'ambito della "SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITA 2012', la Città di Torino, con il patrocinio dell'Unione Europea e del Ministero dell'Ambiente, propone un incontro con i Mobility Manager degli Enti e delle Aziende.

A tale evento parteciperanno:

CLAUDIO LUBATTI: Assessore Infrastrutture, Trasporti, Mobilità

ENZO LA VOLTA: Assessore Ambiente, Innovazione, Smart Cities, Verde

PAOLO BORNENGO: Direttore generale ENGIM Piemonte - Polo Formativo Logistica e Mobilità

MASSIMO INFUNTI: Associazione no profit "Mobility Management Italia”

L'incontro si terrà

Varsavia (Polonia)

 

Questo post racconta l'esperienza di un mobility manager all'estero. Analizza la città e i suoi sistemi di mobilità. Non è frutto di una ricerca o di uno studio, ma solo di osservazioni casuali ed impressioni. Prendetela per quel che è. Usate pure i commenti per arricchire!

In sintesi

Voto: 6,5

In generale Warsawa non brilla per la sostenibilità della sua mobilità. Direi che è una città "normale" che sta cercando di fare qualcosa. Ma con molta calma. Mi ricorda un po' Torino o Milano.


 

Il nuovo autostop viaggia forte in Rete - Da La Stampa del 27/8

Passaggi condivisi: anche in Italia si diffonde il sistema più economico per spostarsi. Ecco come funziona

di SANDRA RICCIO - Ripreso da La Stampa - Torino

La benzina alle stelle fa decollare l’autostop organizzato. Sembra questa la nuova frontiera dei rimedi salva-portafoglio nati in questi tempi di crisi e di caro-carburante.

La formula è molto semplice. Dovete andare da Roma a Milano, sabato prossimo, e volete spendere il meno possibile? Una mano arriva da «Gian Luca G» che, sul portale dell’autostop 2.0, mette a disposizione un posto sulla sua auto.

Partenza alle cinque del pomeriggio. Il costo? Si ferma a un contributo spese di 30 euro, da pagare al conducente al momento dell’arrivo. Per confermare basta un clic e il risparmio è assicurato. Fanno 70 euro in meno rispetto al prezzo del biglietto del treno.

Quello di «Gian Luca G» è soltanto uno dei tanti annunci presenti sui siti di condivisione di strappi in auto che in queste ultime settimane stanno diventando il punto di riferimento per tanti vacanzieri (e non) in cerca di un po’ di ossigeno per le proprie tasche. Sono infatti sempre di più gli italiani disposti a questa pratica.

Lo dimostrano i numeri delle leader di questo giovane settore. BlaBlaCar.it e Carpooling.it, i due network italiani con il maggior numero di utenti, in questi ultimi mesi hanno registrato un vero e proprio boom di passaggi condivisi tanto da triplicare il numero di viaggi in sharing.

Seminario di Mobility Management e Pianificazione Territoriale

Strumenti, applicazioni e condivisione di buone pratiche a supporto degli enti locali e delle imprese.

Il seminario è rivolto ai politici, gli enti locali e le aziende di trasporto, e verterà sulle problematiche e sulle decisioni che essi si trovano ad affrontare nella pianificazione della mobilità di un territorio e illustrerà strumenti e misure da adottare.

Corso di Formazione sul Mobility Management

Il Servizio Ambiente della Provincia di Asti, in collaborazione con ENGIM Piemonte, iMpronta e il Comune di Asti, nell'ambito del progetto MoMa.BIZ, sta organizzando il Corso di Formazione sulla Mobilità Sostenibile.

Lo scopo del corso è la promozione e la diffusione della mobilità sostenibile tramite una formazione sia teorica che pratica sul mobility management, mirata a diversi gruppi di partecipanti.

Pagine

Abbonamento a MobilityManagement.info RSS